Il mercato diventa “phygital”: con SIACloud la multicanalità è un obiettivo realizzabile

Acquistare dal “vivo” o in un negozio virtuale? Oggi 7 clienti su 10 scelgono l’acquisto online. D’altronde si trascorre tanto tempo su internet, dove il processo di acquisto negli anni è diventato molto snello: scegli, ordini e paghi e il gioco è fatto.

Ma anche se i numeri sono rilevanti, al cliente manca un’interazione col prodotto e le persone che lavorano nel suo negozio preferito. Complicità, consigli, sorrisi: nel punto vendita troviamo tutto ciò che manca davanti al monitor.

Insomma, se da un lato il consumatore diventa sempre più esigente e rapido nei suoi acquisti, dall’altro avverte la mancanza di un “sentimento”.

Per questo si parla di mercato “phygital”, che prevede una costante e intensa interazione tra fisico e digitale (physical e digital). La pandemia ha intensificato questo trend, sul quale il marketing sta costruendo una nuova frontiera. Obiettivo: sfruttarne le potenzialità per migliorare l’esperienza del cliente.

Come si posizionano le aziende in questa fase così delicata per i loro affari?

La priorità è non perdere alcun tipo di vendita. SIACloud offre in questo senso consulenza e appoggio a 360 gradi, oltre a un software che semplifica l’attività e permette di accontentare proprio tutti. Con SIACloud si creano soluzioni ad hoc per affrontare il mercato “phygital”, nel quale un’azienda deve sviluppare una strategia multicanale, prendendo il meglio da ciò che il cliente desidera, e farne tesoro.

Nello specifico, il software SIACloud permette di sviluppare e integrare punti di contatto tra azienda e utente, incrementando la multicanalità, concetto essenziale per il Retail 4.0. In questo modo si sfondano le porte del mercato dei “millenials”, ma anche di quegli uomini e donne adulti sempre più abili ad utilizzare il loro smartphone.

Tre sono gli elementi strettamente connessi al concetto di phygital: immediatezza, immersione e interazione. Fare in modo che il cliente viva al meglio la propria “shopping experience”, e una volta sul sito scelga il capo, lo prenoti e decida se ritirarlo nello store preferito o acquistarlo solo dopo averlo indossato, è una scelta tutta sua. Ma di sicuro se viene a conoscenza che alle spalle ci sia un brand che permette di fare tutto ciò, lo ricorderà. A questo punto, il gioco è fatto per davvero. E se manca la taglia nello store sarà possibile prenotarlo, pagarlo e farselo mandare direttamente a casa.